.

.

Lo Hobbit Annotato, edizione Deluxe Bompiani 2004

Lo Hobbit annotato






 di J.R.R. Tolkien
Annotato da Douglas A. Anderson
Edizione italiana a cura di: Oronzo Cilli


Traduzione di The Hobbit: Elena Jeronimidis Conte
Traduzione di note e apparati: Grazia Maria Griffini e Oronzo Cilli
Milano, 2004, Bompiani, pp. 416
Grande formato. Rilegato con sovraccoperta.
Copertina: Gerd Renshoff and Ron Ploeg (non attribuita)






Particolarità: Questa edizione deluxe Bompiani è stata ritirata dal commercio nonostante si tratti di un volume piuttosto recente, la probabile causa è l'assenza di una traduzione revisionata e corretta e per questo motivo risulta ormai molto difficile da trovare.



Note di copertina


Per i lettori di tutto il mondo, Lo Hobbit funge da introduzione al mondo incantevole della Terra di Mezzo, dimora degli elfi, dei nani, dei maghi, degli orchi, dei draghi, dei goblin e di un esercito di altre creature descritte nel Signore degli Anelli e nel Silmarillion, le storie che ebbero origine dalla fantasia di J.R.R. Tolkien.
Recentemente ampliato e completamente rivisto, Lo Hobbit annotato da Douglas A. Anderson è la spiegazione definitiva delle fonti, dei personaggi, dei luoghi e delle cose del classico senza tempo di J.R.R. Tolkien. Integrate con le note di Anderson e collocate a fianco del testo della storia originale, completamente restaurato e corretto, si possono trovare più di 150 illlustrazioni che mostrano interpretazioni dello Hobbit proprie di diverse culture che sono giunte a conoscere e ad amare la Terra di Mezzo. Sono inclusi anche i disegni, le mappe e i dipinti a colori originali di Tolkien, che rendono quindi questa edizione dello Hobbit quella più ricca di informazioni tra tutte quelle disponibili sul mercato.
Lo Hobbit annotato mostra come J.R.R. Tolkien affrontasse la sua opera di scrittore, quali fossero le sue influenze e i suoi interessi, e come questi siano connessi ai dettagli della Terra di Mezzo. Il libro offre, inoltre, un'interessante panoramica della vita di Tolkien e della storia della pubblicazione dello Hobbit, e spiega come ogni caratteristica della storia si adatti al resto del mondo inventato dall'autore: apprendiamo, ad esempio, come il personaggio di Gollum fu riveduto per adattarsi alla vera natura dell'Unico Anello, e possiamo leggere il testo completo della Cerca di Erebor, la spiegazione da parte di Gandalf di come decise di mandare Bilbo Baggins in viaggio con i nani. Anderson opera anche connessioni ricche di significato e spesso sorprendenti con il nostro mondo e la storia della letteratura a noi più nota, da Beowulf a The Marvellous Land of Snergs, dai fratelli Grimm a C.S. Lewis.








Indice

    Prefazione alla seconda edizione
    
    Introduzione
    
     1  Una festa inaspettata
     2  Montone arrosto
     3  Un breve riposo
     4  Su e giù nella collina
     5  Indovinelli nell'oscurità
     6  Dalla padella alla brace
     7  Strani alloggi
     8  Mosche e ragni
     9  Barili di contrabbando
    10  Un'accoglienza calorosa
    11  Sulla soglia
    12  Notizie dall'interno
    13  Nessuno in casa
    14  Fuoco e acqua
    15  Le nubi si addensano
    16  Un ladro nella notte
    17  Scoppia il temporale
    18  Il viaggio di ritorno
    19  L'ultima tappa
    
    Appendice A. La Cerca di Erebor
    Appendice B. Sulle rune
    Bibliografia
    Mappa delle Terre Selvagge
    Referenze

1 commento:

  1. buongiorno. sono rimasto particolarmente affascinato da questa pagina e della sua passione per tolkien e le sue opere.è da moltissimo tempo che sogno di avere lo hobbit annotato edizione deluxe della bompiani 2004, e mi chiedevo con tutta onesta se fosse disposto a vendere questa stupenda opera. ci tenevo nuovamente a farle i miei complimenti, e le auguro una buona giornata.

    RispondiElimina

Ringraziamenti

Un sentito grazie va a "Tolkieniano", grande appassionato di J.R.R Tolkien come me e proprietario di una bellissima e grandissima collezione delle sue opere e non solo.
Grazie perchè con molta gentilezza mi ha permesso di poter trarre spunti e recuperare informazioni dal suo lavoro.

Vorrei inoltre ringraziare Luca, grande amico anche lui appassionato di Tolkien che mi ha aiutato a revisionare il sito e a correggerne gli errori mentre l'ultimo grazie va a Dario, che mi ha permesso di reperire la maggior parte dei volumi rari presenti nella collezione.